CP OLIO DI PESCE 70 CPS Biokyma

CP OLIO DI PESCE 70 CPS

Prezzo (iva inclusa): € 23,30
Su Richiesta Su Richiesta : Questo prodotto sarà spedito da 2 a 4 giorni lavorativi

Quantita':



Erboristeria Oasi Naturale Spese di consegna Spese di consegna

Le carni di alcuni pesci sono particolarmente ricche di due sostanze, l'EPA (acido eicosapentaenoico) e il DHA (acido docosaesaenoico) particolari acidi grassi (detti omega-3) che sono responsabili di una serie di reazioni biologiche e fisiologiche che spiegano, in parte, l'importanza di questo alimento nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.
L'EPA e il DHA, seppure in quantità modesta, si formano normalmente nell'organismo a partire dall'acido linolenico. Gli acidi linolenico e linoleico, sono acidi grassi essenziali, cioè il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli, ma devono essere introdotti con la dieta. L'acido linolenico, è contenuto in alimenti come i legumi, le noci, l'olio di soia, ecc. Una volta assunto viene trasformato nell'organismo in EPA e DHA. Il contenuto esatto di un olio di pesce varia in funzione della sua origine, che può essere il solo fegato o tutto il pesce. 10 ml di un olio ricavato dal fegato di merluzzo, ippoglosso o squalo, di solito contiene circa 2 g di acidi grassi omega 3.

[torna su]
--------------------------------------------------------------------------------
Come agiscono
Gli acidi grassi omega-3 sono in grado di modificare la tendenza delle piastrine ad aggregare. ciò si traduce in una riduzione del rischio di formazione di trombi. In base agli studi effettuati in vitro e in vivo, le azioni biologiche degli acidi grassi omega-3 vanno tuttavia ben oltre l'effetto antiaggregante. intervengono infatti in molteplici meccanismi, responsabili del processo di aterosclerosi, della diminuzione della pressione arteriosa, dell'effetto antiaritmico, ipocolesterolemizzante e ipotrigliceridemizzante.
[torna su]
--------------------------------------------------------------------------------
Quali i benefici

L 'importanza sotto il profilo biologico e fisiologico di un adeguato apporto nell'uomo di acidi grassi omega-3 non ha ormai bisogno di ulteriori conferme. Basti ricordare che sono essenziali per la formazione di nuovi tessuti in quanto costituiscono un importante componente per la formazione delle membrane, che sono fondamentali per lo sviluppo della retina e del sistema nervoso centrale nel periodo fetale, da cui l'importanza, per la futura mamma, di una alimentazione corretta e completa che comprenda anche questi acidi grassi.
L'interesse su queste sostanze si è espanso per accertare quale sia il loro possibile ruolo nel prevenire l'aterosclerosi, riducendo così la morbilità/mortalità per patologie cardiovascolari. L'azione farmacologica più studiata inizialmente è stata la capacità di ridurre i trigliceridi. Altre ricerche hanno evidenziato un vasto ambito di proprietà, tutte potenzialmente utili nella prevenzione cardiovascolare, quali l'effetto antitrombotico, antiaterosclerotico e antinfiammatorio.
Necessita invece ulteriori conferme l'attività degli omega-3 nei confronti di malattie infiammatorie croniche come la colite ulcerosa, il morbo di Crohn, la psoriasi, l'artrite reumatoide.
 

Prodotti correlati